Translate

martedì 16 luglio 2013

GRAZIA O OPERE

Certamente la questione delle indulgenze divide profondamente la Chiesa Evangelica dalla Chiesa Cattolica. "Non c'è più alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesù" questa parola di Paolo ai Romani libera il credente dalla necessità di compiere opere per poter ricevere la liberazione dalla colpa del peccato. E' triste conoscere tanti credenti cattolici vivere ancora in questo bisogno e non gioire nella fede per la benedizione del completo perdono di Dio in Gesù Cristo. Credo che anche questo papa debba riflettere sul suo ruolo all'interno di una struttura religiosa che si pone come mediatrice della grazia di Dio: Francesco è un servo e testimone oppure uno strumento del potere terreno della religione? La Chiesa è una comunità di credenti nello stesso tempo santi e peccatori che vive nella grazia e nell'amore di Dio per fede oppure è una religione discriminante tra santi e peccatori?