Translate

venerdì 11 ottobre 2013

CONDIVIDERE

Dobbiamo prepararci a qualcosa di più che essere solo cristiani della domenica: Atti 4 "e tutti furono riempiti dello Spirito Santo, e annunciavano la Parola di Dio con franchezza.
La moltitudine di quelli che avevano creduto era d'un sol cuore e di un'anima sola; non vi era chi dicesse sua alcuna delle cose che possedeva ma tutto era in comune tra di loro. Gli apostoli, con grande potenza, rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù; e grande grazia era sopra tutti loro.
Infatti non c'era nessun bisognoso tra di loro; perché tutti quelli che possedevano poderi o case li vendevano, portavano l'importo delle cose vendute, e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi, veniva distribuito a ciascuno, secondo il bisogno." il gruppo dei credenti nati dalla testimonianza di Gesù cercava di mettere in pratica il suo insegnamento costituendo una comunità anticipazione del Regno di Dio. in fondo le radici di questo progetto erano molto lontano predicato dai profeti prima di Gesù ma mai messo in pratica. Il peccato allontana gli uomini e le donne da Dio e gli uni dagli altri, l'amore di Cristo riconcilia con Dio e l'umanità.
Dobbiamo prepararci a vivere una vita diversa, non possiamo continuare a vivere solo per noi stessi, lo Spirito santo e l'amore di Dio dovrebbe guidarci per vivere diversamente. E' una sfida che viene lanciata anche per la nostra comunità di Albisola. Teoricamente tutto sembra difficile nella nostra epoca, ma nella pratica possiamo cominciare a mettere dei mattoni per costruire una casa di accoglienza, condivisione, scambio, ascolto reciproco. Chi vuole essere partecipi di questo progetto? Portare idee, volontà di donarsi gli uni gli altri, crescere nella fede non solo in maniera teorica ma nella vita concreta e pratica? Chi ha questo coraggio per osare qualcosa che sentiamo dentro di noi ma non siamo mai stati capaci di viverlo? Gesù stesso si rivolge a persone deboli, scoraggiate, delusa, a volte incapaci e le prende per mano.
Dobbiamo prepararci a vivere un cristianesimo pratico anche nella nostra città e percorrere insieme un percorso che dia dignità ad ognuno, rispetto reciproco, amore reciproco

Nessun commento:

Posta un commento